lunedì 19 maggio 2008

SPLENDIDA CALAFURIA!


Domenica nonostante le condizioni meteo inizialmente non buone abbiamo comunque deciso di andare a Calafuria : siamo arrivati nel primo pomeriggio e il tempo si presentava splendido ed il mare una leggermente mosso da un onda lunga. A calafuria non c'era nemmeno un sub!
Ci vestiamo velocemente e appena calati in mare ci siamo diretti subito verso il ciglio.
Sarebbe bello trovare di nuovo il gattuccio dell'altra volta! Invece scendiamo subito sul ciglio in un punto molto bello e coperto di ogni forma di vita.L'acqua è incredibilmente impida.Con gli scooter ci mettiamo un attimo a
raggiungere la parte più estrema del ciglio dove a 43/45 mt. inizia il fango ed è proprio sul fango , ed è proprio li che facciamo il primo incontro "interessante" : un giglio di mare (antedon mediterranea) attaccato ad un ramo di gorgonia che sta sul fango completamente aperto. Con gli scooter ci spostiamo velocemente da un punto all'altro del ciglio , visionando ogno punto che richiama la nostra attenzione.
Ettore , un neo brevettato TSD andi , si destreggia con il suo dpv.



In alcuni zone il ciglio cade a picco ne l fango mentre in altre ci sono delle lingue di roccia che degradano lentamente verso il fango e su questi lembi di roccia spesso nuda si trovano organismi come le gorgonie bianche (Eunicella singularis)


o degli splendidi esemplari di
nudibranco ( hypselodoris picta)










In alcuni punti ci sono dei "panettoni" come li chiamano in gergo i subacquei che ospitano , oltre al corallo rosso , alle spugne di ogni colore anche dei bei branchi di saraghi che si possono vedere in questo breve video:
video

Per terminare il profilo dell'immersione che abbiamo eseguito utilizzando una miscela trimix 21/35 ed ean 50 per la decompressione.

venerdì 11 aprile 2008

Ancore romane e Anfore Etrusche al subpistoia

Venerdi 11 abbiamo ospitato Letizia e Luca del GAL (gruppo archeologico labronico) che ci hanno letteralmente aperto gli occhi sulle risorse archeologiche presenti nel tratto di mare più frequentato dai sub toscani ....calafuria.
Grazie alla carta che hanno realizzato , che riproduce tutti i fondali della zona è stato possibile vedere rappresentate graficamente le classiche immersioni come l'isola ,il grottone ed altre.Di notevole interesse anche la presentazione dei lavori di ricerca sul relitto etrusco e le pubblicazioni del gruppo GAL.
Grazie Tante!


visita anche
scubateknica

martedì 8 aprile 2008

LA RESPIRAZIONE questa sconosciuta



Bellissima serata quella che ci ha offerto Alessandro Lucchesi ,istruttore apnea academy , incentrata sulla respirazione . Alessandro ci ha prima spiegato prima alcuni particolari poco noti della dinamica della respirazione e poi ci ha mostrato alcuni esercizi utili per migliorare la respirazione sia nel quotidiano sia nella nostra attività di subacquei!